Lezione 1 – Scegliere la macchina fotografica

Scegliere la macchina fotografica

Come scegliere la macchina fotografica?

Ti stai avvicinando alla fotografia e sei spaventato dalle mille scelte che potresti fare e non sai come scegliere la macchina fotografica? Allora dovresti essere capitato nel posto giusto.
Scriverò un breve articolo in maniera molto semplice, così tutti potete seguirmi senza difficoltà.

La prima cosa da capire, quando vi troverete a scegliere la macchina fotografica, dovrete avere già chiaro a mente alcuni fattori e quindi vi drovete essere già posti questi quesiti:

  • A cosa mi serve la macchina fotografica? Anche se sembra una domanda banale, ci possono essere molte risposte differenti, per lavoro, per hobby, per farmi i selfie, perchè fa fico… già avere un’idea di tutto ciò può essere utile ai vostri fini. Se dovrete usarla per lavoro probabilmente sarete disposti a investire più denaro rispetto a chi la prende per le foto delle vacanze (anche se non è detto).
  • Quanto sono disposto a investire? Punto molto cruciale, ma vi consiglio di deciderlo ancor prima di iniziare a vedere nel dettaglio le macchine fotografiche, perchè vi dico questo? Semplice, tra una macchina e l’altra in sé, spesso ci sono pochi Euro di differenza e questo fa si che si dica “Beh, allora prendo quella, per 50€ capirai..” però una cosa tira l’altra e si fa in fretta a spendere molto di più di quello che ci si aspettava. Io credo che un buon investimento iniziale possa essere 400/500€ considerando una soluzione abbastanza completa.
  • Che tipo di macchina preferire? Io in questo articolo e in molti a seguire consiglierò l’acquisto di macchine che abbiano la possibilità di poter scattare in manuale, cioè che diano la possibilità di scegliere tutti i settaggi in fase di scatto. Se invece quando sceglierete la macchina fotografica, farete una scelta più economica su un modello completamente automatico, allora questo articolo e questo blog sotto alcuni punti di vista non vi sarà molto utile.

Bene ora abbiamo già almeno un’idea di base sul settore in cui andare a fare la nostra scelta.

Quanti tipi di macchina fotografica esistono? la risposta più azzeccata sarebbe “molti”.

Le più comuni risiedono in queste categorie:

  • Compatte, sono come dice la parola in sè, le più piccoline, ma anche quelle che generalmente limitano le possibilità di personalizzazione dei parametri di scatto, sono normalmente le più economiche e rispetto le altre elencate sono quelle con la qualità inferiore, dovuta a un sensore di formato molto più piccolo.
  • Bridge, queste normalmente hanno la forma più classica delle macchine fotografiche, hanno un obiettivo zoom molto spinto e sono più complete per ciò che riguarda la personalizzazione. Il “difetto” è che non si può cambiare l’obiettivo, scelta la macchina hai già fatto una scelta definitiva.
  • Mirrorless, da qui il grande salto di qualità, come dice il nome sono senza specchio (capirete meglio quando parleremo di reflex), queste si suddividono in molte categorie, hanno la possibilità di personalizzazione al 100% dei parametri di scatto e possono cambiare l’obiettivo a piacimento. L’immagine viene visualizzata tramite un mirino elettronico (ergo, se la macchina è spenta non vediamo nulla) e non tutte ce l’hanno, spesso si osserva solo dal display sul retro della macchina. Un pregio è il fatto di essere più compatte delle reflex e quindi più comode nel trasportarle.
  • Reflex, a mio parere le numero uno insieme alle mirrorless, cosa hanno di diverso da quest’ultime? Il fatto appunto di avere uno specchio, quindi l’immagine dell’obiettivo viene portata al mirino ottico attraverso la riflessione su uno specchio, proprio per questo motivo anche il corpo macchina è generalmente più grande e aiuta in complesso nell’ergonomia finale e nella stabilità in fase di scatto.

Come avrete già ben capito, la mia scelta è propensa nell’acquisto di macchine Mirrorless o Reflex, perchè danno la possibilità maggiore di personalizzazione e progredendo danno la possibilità di modificare gli obiettivi per adattarli di più al nostro stile.

Ora senza entrare troppo nello specifico, più avanti nei prossimi articoli spiegherò meglio altri parametri (cosa sono, a cosa servono e come funzionano), voglio darvi un’ultima informazione importante.

Spesso sentirete parlare di APS-C (formato ridotto) o FF (Full Frame – pieno formato), qui stiamo parlando delle dimensioni del sensore della macchina fotografica, vale la regole “più è grande e meglio è”!

Consideriamo la dimensione del vecchio rullino fotografico 36x24mm, bene nelle reflex digitali FF significa che avremo un sensore pieno formato, cioè che sarà grande 36x24mm. Nelle APS-C, come abbiamo detto “formato ridotto”, vuol dire che il sensore sarà più piccolo e in base alla macchina o alla marca può essere più o meno piccolo.
Considerando le 2 più grandi case Canon e Nikon, e ponendo il sensore FF pari a 1, avremo rispettivamente che i sensori saranno 0.625 per Canon e 0.666 per Nikon, quello di Nikon è quindi leggermente più grande, ma si parla di una leggerissima differenza.

Un altro fattore, legato anche alla dimensione del sensore, sono il numero di MEGAPIXEL, un valore spesso letto male dai meno esperti, infatti qui si crede che più ce n’è e meglio è, ma è relativamente (dipende dai punti di vista) una bufala.

Parlando semplice, i pixel sono i punti colore di una foto, quindi più ce ne sono più potremo stampare in grande senza vederei “quadretti”… l’ho detta abbastanza semplice? Per le stampe più comuni e anche per molti professionisti bastano tranquillamente tra i 14 e i 20 Mpixel, il fattore più influente è che un conto è avere una bella stampa con magari dei quadrettoni e un conto non avere dei quadrettoni ma avere una qualità inferiore. Concetto difficile da capire, lo ammetto!

Però questi pixel, da qualche parte li dovremo pur mettere, si posizionano sul sensore, viste le considerazioni dette prima, su  una FF avremo la possibilità di metterne di più che su una APS-C, se noi vogliamo mettere troppi pixel su un sensore troppo piccolo, avremo un effetto “claustrofobico” e quindi verrebbero talmente compressi tra di loro che non riuscirebbero a renderci il massimo della qualità. Adesso però sono stato più chiaro! 😉

In tutte queste righe non ho mai parlato di Foto e Video e di marche (a parte parlando di dimensioni del sensore), se la vostra domanda (e so che lo è) è “MEGLIO CANON O NIKON”, beh la risposta è semplice:

“Vai in negozio, le prendi in mano entrambe e vedi quale ti calza meglio in mano”

ora cercherò di farvi una piccola tabella in maniera di aiutarvi nella scelta, miraccomando prendetela molto con le pinze e come detto sopra, molti parametri li riprenderò nei prossimi articoli.

GENERE FOTOGRAFICOCARATTERISTICHE MACCHINA
Foto vacanze e amiciAPS-C, potete tranquillamente prendere il modello base con obiettivo base
SportAPS-C, meglio con una buona raffica e con un obiettivo zoom spinto
Fauna e animaliAPS-C, meglio con una buona raffica e con obiettivo zoom spinto
MatrimoniFF, un buon sistema di messa a fuoco e obiettivo luminoso (da f2.8 in giù)
Book fotograficiIndifferentemente anche se meglio FF, obiettivo luminoso se all’aperto, se scattate in uno studio vi potrebbe bastare (per iniziare), il modello base.

Per qualsiasi domanda o informazione sulla scelta della macchina fotografica, potete scrivermi a matteofotografia@gmail.com

LEZIONE 2

visitate anche la mia pagina FACEBOOK